Menorca Beach Guide (beta)

Cercare spiagge a Menorca:

Informazioni turistiche www.illesbalears.es

Cala Pregona
Es Mercadal
Cala Pregona

Cala Pregoda si trova a 10 chilometri da es Mercadal, situato fra Platja de Binimel.là e Cap de s'Alairó. Di fronte alla sua costa si possono vedere Illot
e Esculls di Pregonda (habitat del raro gabbiano Audouin). Questa spiaggia è considerata come una delle più belle e meno frequentate del scosceso nord di Minorca. Questa spiaggia è quasi vergine, tranquilla e con scarsa affluenza di visitatori locali e turisti.

È il risultato di una entrata di mare che ha dato luogo a una spiaggia a forma di u, con un interessante sistema dunare nella parte posteriore. Queste dune si sono formate parallele alla direzione del vento dominante in questa zona. Le dimensioni di questo vicolo costiero sono medie (170 metri di lunghezza). C'è una collina ad est e alcune scogliere ad ovest, che appartengono a Àrea Naturale d'Especial Interès de la costa septentrional menorquina, che formano i margini.

Le condizioni marine e subacquee per l'ancoraggio di imbarcazioni sono buone se si fa attenzione, giacché ci sono degli isolotti che chiudono a nord, lasciando un passo molto sporco, ed è una spiaggia molto aperta alle correnti eoliche di componente nord. Tuttavia c'è un fondo di sabbia a circa tre metri di profondità, con un'acqua cristallina di colore turchese.

L'accesso per terra è complicato. Bisogna bordeggiare la costa da Platja de Binimel.là. il visitatore dovrà camminare per circa 20 minuti su sentieri di pietre ed argilla.

Le informazioni fornite relativamente a questa spiaggia potrebbero aver subito modifiche. Rivolgersi all?Ufficio comunale del Turismo di cui appresso per avere conferma dei dati oppure per consultare eventuali modifiche e novità:
Ufficio del Turismo - Es Mercadal
Informazioni generali sull?isola:
Ufficio del Turismo - Menorca

Informazione del comune Es Mercadal

Il comune di es Mercadal si trova nel centro geografico di Minorca, giacché è cresciuto ai piedi di monte Toro (358 metri di altezza, che è la montagna più alta dell'isola). La sua cima ospita una torre di difesa (1558) e Santuari de la Verge del Toro (1670), patrona di Minorca.

Una volta conquistata Minorca ai musulmani (le sue orme si conservano nella toponimia delle fincas rurali, giacché cominciano con bini o al), da parte del re cristiano Alfons III d'Aragó nel 1287, i colonizzatori provenienti da Girona si stabilirono accanto a monte Toro, alzando una capella al patrone della loro città di origine, Sant Narcís. Il re Jaume II stabilí nel 1301 la celebrazione di uno dei tre mercati minorchini attorno a questa parrocchia.

L'agricoltura e l'allevamento leaderano l'economia municipale, garantendo la produzione di formaggio con denominazione di origine, le tradizioni e la conservazione del singolare paesaggio interiore dell'isola: verde d'inverno, pareti di pietra e barriere di legno. C'è anche ancora una piccola industria artigianale di albarcas, i sandali tipiche dei contadini, che oggigiorno vanno di moda per la loro semplicità e disegno.

La sua ricchezza culturale si conoscerà degustando la sua gastronomia e, specialmente, i dolci artigianali (amargos, carquinyolis e guirlache), così come visitando, fra altri, Església de Sant Martín (rinascentista), le sue vie tranquille con le case bianche (architettura tradizionale), i ponti che attraversano il torrente e la cisterna pubblica, in uso, costruita dal governatore inglese Richard Kane.
Il comune ha un totale di 17 spiagge.
Principali dati tecnici
  • Lunghezza della spiaggia: 
  • Tipo di accesso: 
    Per pedoni
    Per veicoli
    Per imbarcazioni
  • Larghezza media: 
  • Accesso disabili: 
    Si
    No
  • Zona di ancoraggio: 
    Si
    No
Spedire una cartolina della spiaggia
Non dimentichi che i campi segnalati con
un segno ( # ) e in rosso sono obbligatori.
Dispone di caratteri