Menorca Beach Guide (beta)

Cercare spiagge a Menorca:

Informazioni turistiche www.illesbalears.es

Platja d'en Tortuga
Maó
Platja d'en Tortuga

Platja d’en Tortuga si trova a 17 chilometri da Maó, situato fra il capo dello stesso nome e s’Arenal de Morella. Fa parte di Àrea Naturale d’Especial Interès di s’Albufera des Grau (70 ettari di estensione, con una profondità media di 1,5 metri, di grande valore e ricchezza dovuto al paesaggio, flora e fauna, per cui la Unesco dichiarò Minorca come Riserva della Biosfera nel 1993).
Questa spiaggia vergine di sabbia e ghiaia è il risultato di una entrata di mare molto aperta che ha anche originato Platja de Capifort. Si trova circondata dai versanti delle colline vicine che arrivano fino al mare. Queste falesie presentano una certa altezza e vegetazione propria del sistema dunare che occupa la parte posteriore di questa spiaggia.

Le condizioni marine e subacquee per l’ancoraggio di imbarcazioni sono poco raccomandabili perché le coste nord ed est di Minorca sono molto insicure. Per ciò, il navigatore che voglia avvicinarsi a questa zona marittima dovrà fare attenzione alle previsioni del tempo e ai bollettini meteorologici. Un cambio nelle condizioni climatiche sarebbe molto pericoloso in questa costa scoscesa, ripida e con alte scogliere.

L’accesso per strada è semplice seguendo le indicazioni e le deviazioni fino ai dintorni di Cap (“capo”) de Favàritx. Il veicolo particolare si può lasciare nel parcheggio gratuito nei dintorni. Da questo punto si dovrà prendere un cammino che bordeggia la costa, fra cespugli, e superando alcune cale, fino a giungere questa spiaggia paradisiaca. Il percorso ha una durata di 45 minuti.

Le informazioni fornite relativamente a questa spiaggia potrebbero aver subito modifiche. Rivolgersi all?Ufficio comunale del Turismo di cui appresso per avere conferma dei dati oppure per consultare eventuali modifiche e novità:
Ufficio del Turismo - Menorca


Informazione del comune Maó

Il comune di Maó occupa la zona sud-est di Minorca, facendo parte di questo comune Sant Climent e Llucmaçanes.

I primi centri di popolazione si stabilirono in uno spazio piccolo, circondato dalle scogliere del Port de Maó (entrata di mare spettacolare e bella, di più di tre miglia di profondità e una delle installazioni marittime più importanti del mare Mediterraneo) e i burroni di Baixamar, Freginal e Clota.

Greci, fenici, cartaginesi e romani commerciavano nel suo porto e cercavano l’abilità dei foners per i loro eserciti.

La storia di Maó attuale comincia dopo la conquista di Minorca ai musulmani da parte del re cristiano Alfons III nel 1287, iniziandosi la sua nuova fortificazione (Castell de Sant Felip, mura, torri di difesa), e la costruzione di Església de Santa Maria. Durante il medioevo, la città si chiude nelle successive zone murate, anche se nei secoli dopo crescerà oltre queste mura, configurando un nucleo urbano più moderno.

Il XVIII secolo viene marcato dalla dominazione britannica (capitale amministrativa e commerciale di Minorca) e francese (creazione e diffusione mondiale della maionese). Il XIX secolo fu il ritorno alla Corona spagnola (1802, Pace di Amiens). Nell’ultimo terzo del XX secolo l’attività turistica diventa più importante e si consolidano le industrie della gioielleria e la produzione di formaggio di Maó.

La sua ricchezza culturale si conoscerà visitando, fra altri, Albufera des Grau, Far de Favàritx, el Llatzaret, la Mola, Trepucó, Camí de Torrelló, Illa del Rei.
Il comune ha un totale di 10 spiagge.
Principali dati tecnici
  • Lunghezza della spiaggia: 
  • Tipo di accesso: 
    Per pedoni
    Per veicoli
    Per imbarcazioni
  • Larghezza media: 
  • Accesso disabili: 
    Si
    No
  • Zona di ancoraggio: 
    Si
    No
Spedire una cartolina della spiaggia
Non dimentichi che i campi segnalati con
un segno ( # ) e in rosso sono obbligatori.
Dispone di caratteri